COSE BELLE DI IMOLA: WE READING

COSE BELLE DI IMOLA: WE READING
Condividi l'articolo:
Locandina We Reading Alessandro Cappello al Centro Giovanile Ca' Vaina di Imola
Locandina dell’evento We Reading a cui ho partecipato

We Reading, per me, è stata un’esperienza unica. 

Era la prima volta che leggevo in pubblico. È stato un po’ come spogliarmi davanti a tutti, perché ho sempre vissuto la lettura come qualcosa di intimo.

La potenza della condivisione, invece, mi ha stupito ancora una volta.

Non solo perché condividere la cultura significa condividere vita, futuro e speranza, ma soprattutto perché se leggere in autonomia è come aprire una porta, leggere insieme vuol dire buttare giù un muro e spalancare, per tutti, nuovi orizzonti. 

We Reading Ca' Vaina: Alessandro Cappello legge "L'Avversario" di E. Carrère.

Ho scelto di leggere L’Avversario di E. Carrère perché è un libro che mi ha letteralmente stravolto la vita: lo sguardo alle persone, l’attenzione alle cose, l’empatia verso gli altri e l’introspezione.

Scegliere i brani da leggere – non potendo, per questione di tempo, godere dell’opera integrale – è stato un travaglio, una sofferenza: amo questo libro dalla prima all’ultima parola. 

Ma trasmettere la potenza e la profondità delle parole di Carrère è stata la vera sfida.

Lo spessore dello scambio di opinioni finale con l’uditorio è la mia vittoria, la nostra vittoria. Vittoria contro un Avversario che, sfogliando le pagine, abbiamo conosciuto, ascoltato, affrontato, e su cui abbiamo riflettuto a fondo insieme. Non senza emozioni forti.

“Spiazzante”, commenta l’organizzatore Ca’ Vaina, che ringrazio di cuore per aver creduto in me.
Questo Centro Giovanile merita un ben più di un grazie, e non solo per aver portato il We Reading a Imola.

È stato un incontro intimo – ma non troppo – in una saletta semplice ma sfiziosa, compatta ma accogliente. 

Un’avventura che non scorderò.


LINK INTERESSANTI:

SANREMO: VOLEVI SOLO SOLDI

NERO SU BIANCO: LA MORTE DI IVAN IL’IČ

DENARO E LIBERTÀ

NERO SU BIANCO: L’AVVERSARIO

NOTE DI COLORE: FERMI CON LE MANI (STEFANO CUCCHI)

PERCHÉ NON GLI HA ANCORA RISPOSTO NESSUNO?

QUANDO VINCE L’ARBITRO?

COSE BELLE DI IMOLA: IL PREMIO PIRAZZINI

Condividi l'articolo:

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *