ANGOLO DI IMOLA: CHIESA E MUSEO DI SAN DOMENICO

ANGOLO DI IMOLA: CHIESA E MUSEO DI SAN DOMENICO
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

Il fascino e la suggestione, passando per la storia di uno dei più preziosi angoli di Imola.

Chiesa dei Santi Nicolò e Domenico e giardini pubblici Rambaldi adiacenti. (Foto di Alfredo Diversi)
Chiesa dei Santi Nicolò e Domenico e giardini pubblici Rambaldi adiacenti. (Foto di Alfredo Diversi)

La chiesa dei Santi Nicolò e Domenico fa parte dell’antico complesso conventuale domenicano omonimo, dove oggi sorge il museo di San Domenico.

Del suo antico stile gotico rimangono la facciata e l’abside che brilla sui giardini pubblici Rambaldi, rendendolo uno dei luoghi più affascinanti della città di Imola.

La storia dell’edificio, che oggi è in pieno stile settecentesco, è strettamente legata a quella dell’ordine dei Domenicani. Nel 1280 fecero costruire la chiesa e, successivamente, diedero inizio alla costruzione del convento che terminò nel 1374. Durante il ‘600 e il ‘700 la chiesa gotica fu oggetto di importanti ristrutturazioni interne.

Al suo interno sono conservate numerose tele, tra cui “Il martirio di S. Orsola” di Ludovico Carraci, mentre all’esterno si osserva il grande portale in cotto risalente al 1340, opera di Iacopo da Cereto, con il meraviglioso rosone della facciata.

Giardino interno Museo di San Domenico (Tratto da "www.museiciviciimola.it")
Giardino interno Museo di San Domenico (Tratto da “www.museiciviciimola.it”)

Oggi il museo è tra gli edifici più significativi del centro storico imolese.

Nei secoli è stato oggetto di diverse riedificazioni, ristrutturazioni e purtroppo devastazioni. Il restauro e la trasformazione in museo hanno permesso di riprendere la spazialità originaria del convento e di individuare le storiche destinazioni d’uso, così da offrire ai visitatori un percorso alla scoperta del monumento e della sua storia.

Una passeggiata in questi luoghi suggestivi e di straordinaria bellezza non se la dovrebbe negare nessuno.


LINK INTERESSANTI:

COSE BELLE DI IMOLA: IL PREMIO PIRAZZINI

IMOLA: SANGUE EMILIANO O ROMAGNOLO?

ISTITUTO PAOLINI-CASSIANO: ASSEMBLEA ALL’INSEGNA DEI SOCIAL NETWORK

COSE BELLE DI IMOLA: WE READING

DA BERGAMO A IMOLA GRAZIE A… FACEBOOK

LA ROCCA SFORZESCA DI IMOLA TRA ORIGINI E LEGGENDA

Condividi:

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *