BONUS CULTURA: TEMPO DI BILANCI

Per ora ho speso circa metà del bonus cultura di 500 euro, i famosi “soldi di Renzi”. Ma come li sto usando questi fondi?

Introdotta dal Governo Renzi nel 2016, quella del Bonus Cultura 18app è una misura tramite la quale vengono assegnati 500 euro a tutti i diciottenni, da spendere per acquistare libri, musica registrata, biglietti per cinema, concerti, teatro, eventi culturali, musei, spettacoli dal vivo, visite a monumenti storici e artistici, parchi naturali, aree archeologiche, mostre, ma anche per iscriversi a corsi di lingua, musica e lingue straniere.

Ma parliamo di cifre.

Per ora ho speso circa metà dei 500 euro a disposizione, 266.50 per la precisione (poco più del 53%).

Per quanto riguarda ogni singola spesa, occorre fare una principale distinzione di supporto: fisico e online.

Il 62% di questi fondi riguarda il supporto fisico, mentre il restante 38% quello online, e sono così ripartiti:

Fisico:

  • cinema: 49 euro
  • libri: 49.90 euro
  • concerti: 52.60 euro
  • musei: 13 euro

Online:

  • libri: 102 euro

Beh, ora credo sia giusto spendere due parole sul sistema 18app.

Si tratta di un sistema innovativo nel nostro Paese, in costante aggiornamento e perfezionamento. All’inizio, come è normale che sia, ha avuto qualche problemuccio, ma tutto è stato risolto e ora funziona alla perfezione. E oltre ad essere semplice, è anche molto sicuro, in quanto si basa sullo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

 


LINK INTERESSANTI:

IL TORMENTO E L’ESTASI

PROF, I RAGAZZI A SCUOLA DEVONO VIVERE, NON SOPRAVVIVERE

SE QUESTO È UN UOMO

LE 5 STELLE ALLA BASE DEL SUCCESSO DEL MOVIMENTO

IMOLA: SANGUE EMILIANO O ROMAGNOLO?

LA DEMOCRAZIA IN RETE NON ESISTE (E NON PUÒ ESISTERE)

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *